E… state con Clhub (2^ settimana)

Vi siete mai chiesti quanto guadagnano i millennials? Sia chiaro non intendiamo il papà di Facebook e Snapchat Mark Zuckerberg e Evan Spiegel (che guadagnano rispettivamente 50 miliardi il primo e 2 miliardi il secondo), ma tutti coloro che in questi ultimi anni si stanno creando un lavoro utilizzando reti e strumenti come i social network e le applicazioni di istant messaging.

Nel termine millenials sono compresi tutti coloro che in questo periodo di intensa rivoluzione digitale, ma anche di cambiamento profondo della società e delle strutture economiche che la regolano, stanno avendo successo perché diventati Youtuber, Fashionblogger o Instagrammer.

Nel primo articolo che vi proponiamo di leggere sotto il vostro ombrellone al mare, o in pausa pranzo a lavoro per chi non si sta godendo le ferie estive, riguarda proprio “lo stipendio di un millennial”. Gli ultimi della lista, estratta da uno studio svolto da The College Investor, pare siano proprio gli italiani, mentre salutano dal podio felici gli australiani con un reddito annuo cresciuto del 27% in questi ultimi anni.
Leggi di più…

est 2.1

 

Il secondo articolo che vi proponiamo riguarda 15 semplici regole che potrebbero aiutarvi a risparmiare, se seguite alla lettera ogni giorno della vostra vita.
Secondo questa lista, il trucco sta nel pianificare le vostre settimane e rinunciare ad abbonamenti o siti web che, anziché aiutarvi a risparmiare qualche soldo, ve ne fanno spendere il doppio. Sembra facile detto così, ma perché non provare? Di seguito troverete nel dettaglio tutte le linee guida.
Leggi di più…

est 2.2

 

Segue un’app del tutto innovativa che è in grado di calcolare le caratteristiche nutrizionali dei cibi e il loro impatto climatico in termini di emissioni di gas a effetto serra. Food for Thoughts, questo il nome dell’app sviluppata dalla professoressa Emma Mercier dell’Università dell’Illinois, che si è posta l’obiettivo di mostrare al suo interno questi valori con dei semplici passaggi: visualizzare il piatto; leggere sia i dati nutrizionali dei cibi scelti, che le risorse necessarie per produrli (per esempio, in termini di acqua consumata); sceglierlo o scartarlo.
Leggi di più…

est 2.3

 

Hemelswater è il nome attribuito alla birra artigianale realizzata con acqua piovana da una startup di Amsterdam. Venduta al costo di due euro a bottiglia o quattro al calice (dipende dai gusti) in diversi bar e ristoranti di Amsterdam, la birra che piove dal cielo è riuscita a dare lavoro a persone che si trovano in difficoltà nel trovare un posto di lavoro facendo diventare la birra più etica ed ecosostenibile. Un modo utile e intelligente di affrontare con positività le frequenti precipitazioni olandesi, non trovate?
Leggi di più…

est 2.4

 

Individuare la merce contraffatta con un semplice inchiostro invisibile non è mai stato così semplice e tutto ciò lo si deve a Kodak che ha lanciato la startup eApeiron per contrastare le aziende che producono merce contraffatta.
La tecnologia sviluppata sfrutta un innovativo inchiostro invisibile per verificare se i prodotti in commercio siano autentici oppure no e per far sì che venga dato un taglio definitivo all’industria del fake che ogni anno incide negativamente in tasse, innovazione e ricerca.
Leggi di più…

est 2.5

 



Lascia un commento